Blog

Un’inaspettata intervista d’inizio gennaio

Al via il Blog di Insieme e ho deciso di farlo raccontandovi qualcosa di bellissimo che mi e` successo all’inizio di quest’anno, qualcosa che mi ha davvero onorata e che mi ha dato una spinta straordinaria per proseguire il lavoro intrapreso con Insieme ormai più di due anni fa. Questa volta ho deciso di farlo in prima persona, attraverso la mia voce.

A dicembre, mentre ero immersa nel susseguirsi di eventi prenatalizi e già quasi con la mente in Italia ricevo un’email decisamente inaspettata:

Good morning, Noemi! We are Jessica and Mariana, the initiators of Extra-Ordinary women project. A project that has been supported by the Kultur Referrat in Munich and that will be released for the world women’s day, the 8th of March 2020 in Munich at Muffathalle.

The objective of the project is to serve as inspirational motivation and motor to other women to come. By presenting those interviews, we intend to foster empathy among the public, by allowing them to hear women whose lives have been touched and inspired by (others) women in their journeys. Also “meet them” as contemporary sources of inspiration.

Through this project aims to present stories from Extra- Ordinary women living in Munich but from completely different backgrounds, interests and stories. You receive this email as we thought that your story could be inspiring for other women. We thought that your mission and that the project you set up, is an inspiring action that can motivate and be meaningful for the future and current generations, it could also inspire parents to spent time with their little ones, doing cultural activites together, like for example reading “ad alta voce” real books while this world pushes us to a more technological approach and to still use our senses to learn.

Rimango incredula, rileggo l’email una seconda volta per capire se avevo davvero letto tutto con attenzione e nel tentativo di capire che l’email non fosse un spam. Poi ovviamente scopro che era tutto reale. Jessica Capra esiste, cosi come Mariana Sesma: sono due ragazze fantastiche, due expat come me e due mamme come me impegnate nel mondo della cultura! Cerco di scoprire in internet qualcosa in più sul progetto. Ovviamente mi interessa, anche se mi sento imbarazzata sul fatto che davvero la mia storia possa ispirare qualcun altro.

Ci conosciamo

In tempi record organizziamo una call, conosco le ragazze a capo del progetto e chiacchieriamo piacevolmente l’intera serata di come è nata l’idea di Insieme, della formazione del fantastico team di ragazze con cui abbiamo deciso di partire, dell’entusiasmo, dei momenti gioiosi, dei mille volti di bambini e delle loro mamme e papà, ma anche delle difficoltà professionali e personali, di maternità, di essere una donna expat in Germania, della lingua tedesca e della lingua e cultura italiana, delle difficoltà di combinare la vita di donna, madre e fondatrice di Insieme, oltre che moglie. Ci salutiamo dandoci appuntamento all’anno nuovo.

 

Ci incontriamo per la registrazione

A gennaio ci vediamo di persona. Ci incontriamo in un freddo sabato pomeriggio, in un piccolo studio di registrazione nel centro di Monaco di Baviera, in un’atmosfera rilassata e molto famigliare. A tratti mi sembra come se il momento fosse magico: per la prima volta avevo avuto il tempo di fermarmi e guardare indietro a ciò’ che era stato. Un momento prezioso!

Ho come l’impressione di conoscere le ragazze e che loro conoscano me, data l’intensità del dialogo, la fiducia reciproca e la sincerità che si è instaurata. Registriamo l’intervista, sia in inglese che in italiano e io rispolvero l’inglese che tanto avevo usato e amato in Olanda e in Irlanda. Il tempo vola! Non mi sento più quella ragazza che 7 anni fa ha lasciato il bello e ricco veneto alla ricerca di un futuro migliore, che conosceva il tedesco…ma mai avrebbe pensato di trasferirsi in Germania. Sono cambiata, questo è certo e ho imparato molto dalla vita. Ecco che cosa ho imparato:

    • Siate curiosi, determinati e sognate
    • Prendete delle azioni concrete rispetto ai vostri sogni e alle vostre idee, metteteli su carta
    • Lavorate sodo e pensate al passo successivo e poi ancora a quello successivo, ci sarà sempre chi tenterà di schiacciarvi
    • Ognuno ha un talento, l’importante è scoprirlo e che cosa si fa con quel talento
    • Non abbiate paura di fallire, c’è sempre un modo per rialzarsi, gli errori ci aiutano a capire meglio chi siamo e a farci diventare più sicuri

Il più bel regalo

Questa intervista è stato il più bel regalo che potessi ricevere nell’anno forse più difficile della mia vita, naturalmente dopo i sorrisi dei tanti bambini incontrati grazie ad Insieme. Grazie a Jessica e a Mariana, donne straordinarie. Grazie a tutti voi, cari amici di Insieme che ci avete donato la vostra fiducia nel nostro primo anno di lancio! Il post uscirà presto e verrà trasmesso durante l’evento dell’8 marzo 2020 alla Muffathalle. Qui potete vedere alcune foto dell’edizione dell’anno scorso. Della storia di Insieme vi racconteremo qualcosa in più nei prossimi articoli. A presto!

Noemi

No Comments Yet


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *